Dal 1946, nel mese di maggio si accendono i riflettori su uno degli eventi cinematografici più importanti al mondo: il Festival del cinema di Cannes. Quello che è considerato l’evento mediatico per eccellenza, insieme alle Olimpiadi e ai Mondiali di calcio, quest’anno è ormai arrivato alla 68esima edizione. Eppure, nonostante abbia alle spalle una guerra mondiale, innumerevoli crisi economiche e decisivi cambiamenti culturali, continua a far sognare gli spettatori generazione dopo generazione, come il primo giorno.

L’edizione di quest’anno si è svolta dal 13 al 24 maggio ed è stata un tripudio di talento, stile e bellezza. Una festa che ci ha tenuto incollati agli schermi sia per i film presentati (in cui ne figuravano anche tre italiani), sia per gli otufit elaborati sfoggiati sul red carpet.

Fotografarsi e farsi fotografare, manco a dirlo, fa parte del rituale del Festival francese più atteso. Attenzione però, da quest’anno niente selfie. «Rallentano i ritmi, e le star non sono sembrate mai così brutte come nei loro ridicoli e grotteschi autoscatti», ha infatti dichiarato Thierry Frémaux, il direttore del Festival. Aia. Chissà cosa ne pensa Ellen DeGeneres, passata alla storia per il selfie più mediatico di sempre durante gli Oscar 2014.

1

Se i selfie quest’anno sono scarseggiati (anche se qualche outsider ha deciso di fare orecchie da mercante, vedi Eva Longoria), di look favolosi ce ne sono stati a bizeffe. La mia personale Palma d’Oro in fatto di moda va al fascino ultraterreno di Fan BingBing, famosa attrice cinese che ha conquistato tutti per l’assoluta eleganza e che ha portato un pizzico d’Asia sul red carpet europeo più noto al mondo.

2 4 2 3 2 2 2

Oltre a quelli favolosi di Fan, ecco una carrellata di outfit che vale la pena ricordare.

Cate Blanchett 2cate blanchettCate Blanchett, tra le favorite per la Palma d’Oro con il film Carol.

Aishwarya RaiUn bellissimo Oscar della Renta per una ancora più bella Aishwarya Rai.

charlize theronCharlize Theron di giallo vestita per la proiezione di Mad Max: fury road.

doutzen kroes Doutzen Kroes 2Il fascino statuario di Doutzen Kroes, l’angelo olandese di Victoria’s Secret per sei anni. 

dianne krugerDiane Kruger con abito di Prada che le lascia la schiena scoperta.

Emily BluntLa sirena Emily Blunt, a Cannes con il film Sicario.

emma stoneEmma Stone con un accompagnatore d’eccezione, Mr Woody Allen, che l’ha diretta in Magic in the moonlight.

julienne mooreJulianne Moore, fresca di Golden Globe e Oscar per Stille Alice.

Kendall JennerKendall Jenner in un abito color melanzana di Calvin Klein per il gala benefico amfAR.

Li bingbing 1 li bingbing 2Li Bingbing, attrice cinese famosa per il suo ruolo in Transformers 4 – L’era dell’estinzione.

Lupita Nyong'o

Lupita Nyong’o, meravigliosa nel suo Gucci verde smeraldo.

Continuando sulla scia del “a little drama never killed nobody”, a quanto sembra, non è un buon festival se non c’è di mezzo uno scandalo. Dopo il furto milionario del 2013 e il risentimento del Vaticano dopo la proiezione de Il codice Da Vinci nel 2006, giusto per citarne due, quest’anno è toccato ai tacchi.

5

Pare infatti che ad un gruppo di donne sia stato negato l’ingresso al Festival perché non indossavano scarpe con il tacco alto e quindi non rispettavano il dress code imposto dalla direzione. Ed ecco che l’opinione pubblica impazza con accuse di sessismo e ingiustizia. Anche le star, indignate, sembrano schierarsi tra la folla amareggiata. Emily Blunt l’ha pubblicamente definita “un’assurdità”. Dello stesso avviso sembra essere anche il popolo di Twitter e dei social media in generale.

Il fondo si è toccato con Valeria Richter, una produttrice cinematografica che in passato ha subito un’amputazione di una parte del piede sinistro e che, quindi, non era ovviamente in grado di indossare un paio di decolleté come le sue colleghe. Mentre si accingeva a raggiungere la premiere di Sea of Trees, il film di Gus Van Sant, è stata bloccata dallo staff a causa delle sue calzature considerate poco consone all’evento.

4

Al di là degli scandali che accompagnano ogni festival di caratura mondiale come può essere quello di Cannes,  il Festival della Croisette ci trascina ogni anno nel suo mondo fatto di gioielli Chopard e quell’eleganza che solo lui sa trasmetterci. E dopo averci ammaliato con i suoi red carpet e le viste mozzafiato della Costa Azzurra, si conclude come per incanto in una nuvola di lustrini, con la promessa di stupirci ancora una volta nella prossima edizione.


Revisore: Giorgia Giometti
Ringrazio Cinéma, l’Art et la Littérature per le meravigliose fotografie.

ShareShare on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterPin on PinterestEmail this to someone